FCZ-TriCamp Donna a Madonna di Campiglio

24/07/2017

Ieri ho partecipato al Triathlon Sprint di Madonna di Campiglio. Mi pare che fossero quattro anni che non prendevo parte a una gara su questa distanza, comunque era parecchio tempo e non ero certo pronta per una gara così veloce dopo due settimane dal Challenge Roth, però devo dire che mi sono davvero divertita a nuotare per 750m nel laghetto del paesino dolomitico, a pedalare 20km su un impegnativo percorso multilap e a correre 5km nel centro tra il tifo di amici e tifosi. Tanto acido lattico e ritmi ben diversi da quelli a cui sono abituata, una gara praticamente in solitaria che mi ha visto tagliare il traguardo in sesta posizione. Bene il nuoto, benissimo la bici, un po' meno la corsa dove ancora non riesco a trovare le giuste sensazioni e soprattutto un ritmo competitivo, ma sono certa che piano piano tornerò a correre come piace a me!
Il vero motivo per cui ho fatto questa gara, però, non è stata la competizione di per sé, bensì accompagnare al loro esordio nel triathlon alcune ragazze impavide. Da giovedì a domenica, infatti, grazie all’organizzazione di FCZ ho guidato insieme alla mental coach Roberta Liguori un bellissimo camp di allenamento dedicato alle donne. Insieme ci siamo allenate e abbiamo imparato come si affronta una gara, sconfiggendo la paura delle acque libere e delle basse temperature e organizzando al meglio le fasi di transizione e le tre singole frazioni. Una decina di ragazze partecipanti a questo stage di cui cinque (me compresa) abbiamo disputato la gara. Per tre di loro era la prima esperienza, quindi a loro va il benvenuto nella famiglia del triathlon! Sono sicura che, anche grazie a loro e all’esperienza indimenticabile che hanno vissuto, la presenza femminile sui campi gara continuerà ad aumentare!
Sono stati quattro giorni impegnativi, ma densi di una contagiosa energia positiva e tanti sorrisi, come piace a me!
Voglio rinnovare i complimenti a queste splendide ragazze e ringraziare in primis Emanuela e Dario di FCZ per aver messo in piedi questo camp.
Un altro grazie va a Laura e Aldo, alle amministrazioni e a tutti i volontari che hanno permesso l’organizzazione del Triathlon Madonna di Campiglio che è una delle poche gare nazionali in cui la gara femminile è completamente divisa da quella maschile, motivo in più per tornare anche il prossimo anno con un altro camp dedicato alle donne!